Roma. Ai Fori esercito di abusivi ma nemmeno un vigile. Le promesse di Marino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2015 11:10 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2015 11:10
Roma. Ai Fori esercito di abusivi ma nemmeno un vigile. Le promesse di Marino

Roma. Ai Fori esercito di abusivi ma nemmeno un vigile. Le promesse di Marino

ROMA – Roma. Ai Fori esercito di abusivi ma nemmeno un vigile. Le promesse di Marino. Durante il festival degli artisti di strada ai Fori Imperiali pedonalizzati l’esercito di ambulanti abusivi era regolarmente schierato, tra illusionisti, mangiafuoco e turisti. C’era anche il sindaco Ignazio Marino, impegnato in un faticoso slalom tra bancarelle improvvisate e lenzuoli stesi su selciato. Non c’era però, a dispetto degli “azzeramenti” promessi dal sindaco, un vigile urbano che fosse uno.

Per questo, riferisce Simone Canettieri de Il Messaggero, Marino ha strigliato il comandante dei vigili Raffaele Clemente, specie dopo che già il giorno prima aveva dovuto sollecitarlo per non ripetere e smantellare l’obbrobrio del suk di Via Nazionale. Clemente si è difeso come poteva: “Siamo pochi, il rapporto è di un vigile ogni 40 abusivi”. Segnalando, implicitamente che il problema è fuori controllo. Scrive Canettieri:

Di sicuro il caso di domenica ha infastidito, e molto, Marino. Che anche dal Piemonte – dove nel pomeriggio ha presentato un libro sul cardinal Martini – ha seguito con puntiglio la vicenda. Cercando di fare squadra anche con il prefetto Franco Gabrielli. Durante le diverse telefonate, i due si sono ripetuti lo schema da utilizzare per «azzerare il fenomeno». Un obiettivo ambizioso, vista la situazione del centro storico, sotto gli occhi dei romani e dei turisti. La prima mossa concordata con l’ex numero della Protezione civile è legata alla logistica con una caserma dedicata allo stoccaggio del materiale sequestrato. (Simone Canettieri, Il Messaggero).