Roma: allarme pacco bomba all’istituto Ruiz, ma…

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2015 10:48 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2015 10:59
Roma: allarme pacco bomba all'istituto Ruiz, ma...

Roma: allarme pacco bomba all’istituto Ruiz, ma…

ROMA – Un allarme pacco sospetto lanciato, probabilmente, per evitare un compito in classe. E’ stata una mattinata movimentata all’istituto romano Ruiz di viale Africa, nel quartiere residenziale dell’Eur. Mercoledì mattina il bidello dell’istituto ha ricevuto una telefonata anonima che segnalava un pacco sospetto all’interno della scuola.

A quel punto per precauzione sono stati chiamati i carabinieri e gli artificieri e docenti e studenti sono stati fatti allontanare. Molti curiosi anche trai passanti che hanno seguito le operazioni. Ma i controlli hanno dato esito negativo: nessun pacco sospetto. La conclusione è che un alunno abbia voluto evitare così un compito in classe.

A Roma, ma non solo, vengono ovviamente presi sul serio tutti gli allarmi. Quella dello zaino abbandonato è una delle ragioni più frequenti per segnalazioni di pericolo che al dunque si rivelano infondate. Decine di chiamate da Roma a Milano negli ultimi giorni, al giusto stato di allerta delle forze dell’ordine, si aggiunge una specie di psicosi collettiva per cui ogni pacco senza padrone, ogni zainetto incustodito, volto sospetto o auto abbandonata, subito scattano le denunce e i relativi controlli con tanto di artificieri e cani addestrati. I finti allarme bomba aumentano lo stato di ansia e aggravano esponenzialmente il carico di lavoro delle forze dell’ordine.

Per dire, uno degli ultimi infondati nella capitale si riferisce a domenica scorsa quando allo stadio Olimpico (si giocava Lazio-Palermo) uno zainetto lasciato sui sedili della Tribuna Monte Mario scatena il panico: era di un padre che accompagnava al bagno la figlia e aveva usato lo zainetto come segnaposto.