Roma, allarme traffico: +300% tra riapertura scuole e chiusura Fori imperiali

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 12:23 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 12:47
Roma, allarme traffico: +300% tra riapertura scuole e chiusura Fori imperiali

Traffico a Roma (Foto LaPresse)

ROMA – Allarme traffico a Roma con la riapertura delle scuole e con la pedonalizzazione dei Fori imperiali. Traffico e ingorghi sono stati registrati in via Merulana e in via di San Gregorio e non è andata meglio in via Labicana, dove tra rientri dalle ferie e riapertura scuole la situazione traffico è congestionata.

La TomTom, azienda leader dei navigatori satellitari rilancia l’allarme traffico a Roma comunicando che a settembre l’aumento della auto in circolazione sarà del 300% rispetto ai 30 giorni precedenti. Anche a Milano la situazione si prospetta critica, con il traffico a settembre che aumenta del 270%.

Roma intanto rimane bloccata negli ingorghi, spiegano alcuni vigili che stazionano tra via Merulana e via Labicana a Il Messaggero:

“Ovviamente l’avevamo previsto ed effettivamente con la riapertura delle scuole è ripartito un traffico significativo. Siamo sicuri che i romani, dopo aver preso le misure della pedonalizzazione, che per alcuni è stata una vera e propria novità dopo il periodo di vacanze, riusciranno ad abituarsi alla nuova circolazione. O almeno lo speriamo”.

Vincenzo Borgomeo su Repubblica invevce riporta i dati di TomTom, che prevedono una giornata di “bollino nero” per il traffico il prossimo 12 settembre in tutta Italia:

“E si ritorna, come dicevamo, ai temi dell’emergenza perché proprio secondo questa ricerca, Roma (che lo ricordiamo è già una delle 10 città più trafficate d’Europa…) si vedrà aumentare il suo traffico da record in media del 300% rispetto ai 30 giorni precedenti (quando peraltro nella Capitale c’è l’invasione di turisti da tutto il mondo), per poi stabilizzarsi nel resto del mese di settembre con una diminuzione del 17% rispetto al 12 settembre. Sulla capitale pesano le conseguenze della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali, ma anche la gestione dei parcheggi (sempre pochi) e della riduzione dei posti in superficie”.

Non andrà meglio a Milano, dove l’aumento sarà del 270%, ma meno “traumatico”

“Stesso discorso anche per Milano dove si prevede un aumento del 270%, anche se solo +110% rispetto alla settimana immediatamente precedente”.