Roma: Anthony Freeman, legionario di Cristo, trovato morto a letto in seminario

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 aprile 2018 11:18 | Ultimo aggiornamento: 4 aprile 2018 11:18
Il legionario di Cristo Anthony Freeman è stato trovato morto a letto in seminario

Anthony Freeman (Foto da Facebook)

ROMA – Giallo a Roma: è morto nella notte di Pasquetta nella sua stanza al Collegio Internazionale dei Legionari di Cristo, Anthony Freeman, americano di 29 anni.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Freeman, racconta Marco Carta sul Messaggero, era un amante dello sport senza vizi, che fossero alcolici o droghe. La sera di Pasqua aveva cenato insieme ai suoi colleghi del seminario e poi era andato a dormire.

Il giorno dopo sarebbe dovuto andare insieme agli altri seminaristi ad un ritiro spirituale a Napoli. Ma nella notte è morto. A trovarlo senza vita nella sua stanza intorno alle 16 di lunedì 2 aprile è stato uno dei prelati della congregazione, insospettito dalla sua assenza. Il sacerdote ha trovato Anthony disteso sul suo letto esanime.

Scrive il Messaggero: 

All’apparenza la stanza di Anthony non presenta segni particolari. Sulla pelle del seminarista non ci sono segni di lesioni, ma secondo il medico legale, il corpo presenta uno stato di putrefazione avanzata. L’ipotesi più plausibile è che a stroncare il giovane nel sonno possa essere stata una bradiaritmia, la stessa anomalia cardiaca che poche settimane fa ha ucciso il calciatore della Fiorentina Davide Astori. Ma solo l’autopsia, che verrà effettuata questa mattina presso l’obitorio del policlinico Gemelli, potrà chiarire le cause della morte.
Che allo stato attuale rimane avvolta nel giallo, tanto che il pubblico ministero Nadia Plastina, a cui è stato affidato il fascicolo, ieri ha avviato un’indagine sul decesso. Per ora l’ipotesi di reato è quella di morte o lesioni come conseguenza di altro delitto. Un atto dovuto, in attesa che vengano chiarite le cause della morte.

Freeman era arrivato in Italia dalla Louisiana nel 2013, per studiare presso l’Istituto dei Legionari di Cristo, la congregazione fondata nel 1941 dal messicano da Marcial Maciel Degollado, travolto da uno scandalo pedofilia. Era stato papa Benedetto XVI a rifondare la congregazione nel 2010, dandole così nuova linfa.

Fra due mesi e mezzo Anthony sarebbe stato ordinato sacerdote. Molto attivo sui social network, si definiva un “coach life”, un maestro di vita. Su Facebook sono moltissimi i selfie e le foto fatte in giro per il mondo in compagnia di altri sacerdoti.

Su Facebook gestiva anche un canale di consigli pratici e un blog, in cui promuoveva la sua ultima fatica letteraria One step Closer, un compendio composto da 40 massime pensate per lo sviluppo spirituale dell’individuo.

 

 

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other