Roma, arrestato brasiliano: ha tentato la tecnica del “cavallo di ritorno” dopo aver rubato un cellulare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2019 12:01 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2019 12:01
Una volante della polizia, Ansa

Una volante della polizia (foto Ansa)

ROMA – Un cittadino brasiliano, dopo aver rubato un cellulare, ha tentato un “cavallo di ritorno”, ma è stato arrestato dai poliziotti del Reparto Volanti. È accaduto questa notte a mezzanotte in via Armando Luciano, in zona Centocelle, nella Capitale.

A chiamare le forze dell’ordine la sorella della vittima del furto che ha chiamato il brasiliano.  L’uomo, per la restituzione, le ha chiesto la somma di 100 euro.  La ragazza ed il fratello allora hanno così deciso di contattare il 112, chiedendo aiuto alla polizia.

All’appuntamento, fissato in via Palmiro Togliatti, si sono presentati gli agenti del Reparto Volanti che, individuato Y.B., colui che aveva fatto la richiesta dei 100 euro, lo hanno arrestato.

Il brasiliano, armato di coltello, ha anche minacciato i poliziotti e danneggiato l’autovettura di servizio.  Dovrà rispondere dinanzi all’Autorità giudiziaria dei reati di estorsione, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Fonte: Agi.