Roma, autista aggredito ad Acilia da due ragazzi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2019 20:11 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2019 20:11
Roma, Atac

Roma, bus fermi a un capolinea (foto Ansa)

ROMA – Nuova aggressione a un autista di un bus a Roma. E’ accaduto oggi, lunedì 23 settembre, in via Nino Taranto ad Acilia, al capolinea della linea 013 esercitata da Roma Tpl.

A quanto ricostruito dalla polizia, due ragazzi saliti a bordo avrebbero prima insultato il conducente perché a loro dire il bus era in ritardo, poi preso a calci e pugni la parete della cabina del conducente. Quando l’autista è sceso lo hanno strattonato, prima di scappare a piedi. Sulla vicenda indaga ora la polizia. L’episodio di oggi si verifica a pochi giorni di distanza dall’aggressione di venerdì sera a un altro conducente da parte di un gruppo di giovanissimi. 

L’aggressione di venerdì sera.

La ricostruzione. Ad agire nella serata tra venerdì e sabato, almeno questa è una prima ipotesi dei fatti, 8 ragazzi che hanno azionato la leva di emergenza e, quando il conducente è uscito dalla cabina, lo hanno picchiato colpendolo al volto con pugni. Soccorso, l’uomo è stato trasportato in ospedale dove è stato giudicato guaribile in 30 giorni per la frattura del naso. La polizia ha rintracciato e denunciato uno dei ragazzi, un 17enne romano. E’ caccia agli altri responsabili.

Il sindaco Virginia Raggi ha espresso solidarietà nei confronti “dell’autista del bus della linea 46 aggredito in via Boccea da un gruppo di otto ragazzi. Sono episodi inaccettabili e vergognosi, Roma non tollera la violenza”.