Roma, “metti la mascherina o non sali”. Autista bus preso a calci da un passeggero

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2020 14:33 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2020 14:33
Roma, "metti mascherina o non sali". Autista bus preso a calci da un passeggero

Roma, “metti la mascherina o non sali”. Autista bus preso a calci da un passeggero (Foto archivio Ansa)

Ha aggredito l’autista del bus che gli aveva chiesto di indossare la mascherina. 

Accade a Roma, al capolinea della stazione Centocelle, dove un autista Atac è stato assalito da un passeggero. La sua “colpa”? Aver rivolto all’uomo l’invito a indossare la mascherina nel momento in cui prendeva posto sul mezzo pubblico.

“Un episodio vergognoso che condanniamo con forza – scrive su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi – Al dipendente tutta la nostra solidarietà e vicinanza”.

Il fatto è avvenuto nella mattinata di domenica 26 luglio a bordo di una vettura della linea 105. L’aggressore è un trentenne italiano descritto in stato di alterazione forse dovuta all’alcol o sostanze stupefacenti.

“Mettiti la mascherina o non sali”, gli aveva detto l’autista. E quello lo ha preso a calci, poi gli ha strappato il tesserino identificativo ed è fuggito via.

Il conducente del bus ha quindi dato l’allarme, al quale hanno risposto alcuni agenti Italpol presenti in zona.

Fermato, dopo una colluttazione con gli agenti, il trentenne è stato arrestato. Dovrà rispondere di lesioni resistenza a pubblico ufficiale e furto.

Sia l’autista bus che il vigilante sono stati curati in ospedale. Sette giorni di prognosi per il conducente, mentre l’agente se l’è cavata con uno.

Roma, senza mascherina in metro spruzza spray urticante

Non è la prima volta che accade sui mezzi di trasporto pubblico a Roma. A metà luglio un ragazzo di 20 anni viaggiava su un treno della linea B della metropolitana senza mascherina insieme a un gruppo di coetanei.

Dopo che i passeggeri li hanno redarguiti per l’imprudenza di non coprirsi naso e bocca, il giovane ha spruzzato spray urticante all’interno del vagone.

Così facendo ha scatenato il panico tra i passeggeri per l’aria diventata irrespirabile. Giunti alla fermata San Paolo, i viaggiatori hanno abbandonato il treno. (Fonte: Ansa).