Roma, badante salva anziana da incendio e poi muore intossicata dal fumo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Gennaio 2015 13:16 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2015 13:16
Roma, badante salva anziana da incendio e poi muore intossicata dal fumo

Roma, badante salva anziana da incendio e poi muore intossicata dal fumo

ROMA – Ha salvato la signora che accudiva dall’incendio, ma è rimasta intossicata dal fumo ed è morta. Un gesto di altruismo che è costato la vita ad una badante filippina di 47 anni nella notte tra 20 e 21 gennaio. L’incendio è divampato in un appartamento nel quartiere Monte Mario, a Roma.

Alessia Marani sul Messaggero scrive:

“Il rogo è scoppiato intorno alle cinque, sembrerebbe a causa di una sigaretta lasciata inavvertitamente accesa dalla proprietaria di casa che nel frattempo si era addormentata, anche se la dinamica esatta della tragedia è ancora tutta da ricostruire.

Alla sala operativa del 115 sono prima arrivate delle segnalazioni per la presenza nella palazzina di un forte e acre odore di fumo, ma quando i vigili del fuoco del distaccamento più vicino sono arrivati sul posto, le fiamme dalle finestre dell’abitazione al secondo piano erano già alte”.

La badante è riuscita a trascinare fuori dalla casa in fiamme l’anziana di 89 anni di cui si prendeva cura da tempo, poi si è accasciata al suolo. Inutili i tentativi di rianimarla, la donna è morta:

“L’anziana, invece, è stata trasportata in codice rosso al policlinico Gemelli di Roma, anche lei con una forte intossicazione. Le condizioni della donna sono gravi, nel corso della giornata, infatti, è stato necessario trasferirla nella camera iperbarica del Policlinico Umberto I. L’appartamento, un’abitazione signorile di trecento metri quadrati, è andato semidistrutto nel rogo, dichiarato inagibile e messo sotto sequestro dalla magistratura che nel frattempo ha aperto un fascicolo per incendio e omicidio colposo”.