Roma, rubata la bici di Giorgio, bimbo malato di distrofia muscolare: l’appello della mamma su Fb

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 27 febbraio 2019 14:35 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2019 14:35
Bici del bimbo malato rubata a Roma: appello della mamma su Facebook

Roma, rubata la bici di Giorgio, bimbo malato di distrofia muscolare: l’appello della mamma su Fb

ROMA – Una bici è stata rubata nella zona di Ponte di Nona a Roma. Non una bici qualunque, ma un mezzo speciale con pedalata assistita, modificata appositamente per Giorgio, un bimbo di 8 anni malato di distrofia muscolare di Duchenne. La mamma Maria Rosaria ha lanciato un appello su Facebook per aiutarli a ritrovarla, appello che è stato condiviso anche dalla trasmissione Chi l’ha visto. 

Un furto è sempre un atto spiacevole e da condannare, ma il furto della bici di Giorgio colpisce al cuore. Il bimbo soffre di distrofia muscolare, una malattia rara e progressiva che attacca i muscoli e lo limita nei movimenti. I genitori con qualche sacrificio erano riusciti a compragli questa speciale bici, che lo aiuta a pedalare nonostante le sue difficoltà motorie.

Mamma Maria Rosaria su Facebook ha chiesto aiuto per ritrovare la bicicletta ricevendo oltre 9mila condivisioni e il sostegno di tanti utenti che si sono offerti di aiutarli a ricomprarla. Queste le parole della donna su Facebook: “Con qualche sacrificio e la voglia di fare felice nostro figlio abbiamo comprato questa bici. Purtroppo qualcuno ha pensato bene di rubarla, spero per rivenderla e non per utilizzarla (perché sono certa che se avessi capito non l’avresti presa!). Se vi capita di vederla in qualche mercatino dell’usato chiamatemi”.

Un appello rilanciato anche dalla trasmissione “Chi l’ha visto”: “Si tratta di una bici speciale, non se ne trovano per bambini. Era stata modificata apposta per lui e lo aiuta a muoversi, nonostante le sue difficoltà – ha detto la mamma di Giorgio -. Potete lasciarla in uno spazio qualunque…anche a un parco giochi della zona. Senza quella bici Giorgio non può stare”. 

C’è chi dunque si è messo alla ricerca della bici per le vie di Roma e chi invece propone una raccolta fondi per aiutare i genitori del piccolo a comprare un altro mezzo. Anche la polizia locale, scrive Roma Today, ha dichiarato il suo impegno in una nota del Comandante Antonio Di Maggio: “Faremo del nostro meglio per restituirla al legittimo proprietario, cercandola in ogni dove e prestando massima attenzione, anche nel corso dei nostri interventi. Gesti del genere sono riprovevoli”.

Nella nota si legge ancora: “Il Corpo esprime massima solidarietà ai genitori di Giorgio, che ha subito tale sopruso e tale ingiustizia. Invito tutti gli agenti a darsi da fare e lancio un appello affinché chi si è macchiato di questo reato possa comprenderne la gravità, riconsegnando spontaneamente l’oggetto del furto, considerato che di mezzo c’è la salute psico fisica di un bambino. Ho avviato, comunque, una raccolta fondi interna, in modo tale che tutti gli agenti possano rendersi utili e contribuire all’acquisto di una nuova bicicletta, con le caratteristiche idonee alle esigenze del piccolo”.

Per questo motivo chiunque avesse informazioni sulla bici rubata può rivolgersi alle autorità e aiutare nella ricerca di questo mezzo all’apparenza semplice, ma importantissimo per un bambino e soprattutto per il piccolo Giorgio.

Fonte Agi e Roma Today