Cronaca Italia

Roma. Ha un boa in giardino, chi lo cattura? Forestale e Protezione civile la scaricano

Ha un serpente nel giardino, ma non sa come sbarazzarsene.  Abita a Roma, in via dei Villini, zona Nomentana. Per caso si è accorta del nuovo inquilino, un boa constrictor. Per catturarlo ci vorrebbe un esperto, ma tutti si rimbalzano le responsabilità di intervento.

«Ho trovato in giardino la pelle di un serpente, ho pensato a una biscia all’inizio», racconta al Messaggero Eleonora Tosti , che ha un figlio  di un anno e due cani.

Poi un nuovo avvistamenti: «Stavolta la muta era più grande, almeno un metro. L’ho portata al rettilario mi hanno detto si trattava di un boa constrictor di notevoli dimensioni».

Nessuno però vuole portarglielo via: «La Forestale ha detto di chiamare il Cites, che a sua volta ha mandato esperti a esaminare la muta. Hanno stabilito che si è stanziato nel mio giardino e che dovrebbe stare in un vano tecnico».

Al commissariato le hanno risposto: «Chiami l’associazione di volontari di Ravenna Animal rescue, mi hanno detto dandomi un numero inesistente». La Protezione civile ancora peggio: «Mi ha scaricato anche lei: il veterinario ha detto che non può uccidere gli animali, dunque mi ha consigliato di stendere della farina per vedere dove passa il boa e mettere colla sopra a dei cartoni. Ma io non la so fare, la trappola. E sono terrorizzata».

To Top