Roma, brucia il corpo del compagno morto da un mese: “Non sapevo cosa fare”. Arrestata una 71enne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2020 10:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2020 10:29
Roma, brucia il corpo del compagno morto da un mese: "Non sapevo cosa fare". Arrestata una 71enne

Roma, brucia il corpo del compagno morto da un mese: “Non sapevo cosa fare”. Arrestata una 71enne (foto ANSA)

ROMA – Ha dato fuoco al cadavere del suo compagno, un 59enne, morto ormai da un mese.

Poi, all’arrivo dei vigili del fuoco, ha cercato di non farli entrare in casa.

Il tutto è accaduto ieri, domenica 3 maggio, in una palazzina di via Mario Fani, zona Camilluccia, a Roma.

La donna, 71 anni, con gravi problemi psichici, è stata arrestata e portata nel carcere di Rebibbia.

L’allarme è scattato intorno alle 12.

I pompieri sono intervenuti con l’autoscala dopo che una vicina aveva visto su un balcone al secondo piano dell’edificio, dei piedi al bordo del parapetto e avvertito un forte odore di bruciato.

All’arrivo dei soccorritori è stato accertato che l’uomo era morto e presentava profonde ustioni sul corpo.

Durante il sopralluogo delle altre stanze – hanno riferito i vigili del fuoco – non sarebbero stati rilevati segni d’incendio.

In casa i carabinieri hanno trovato molto degrado, tanti oggetti accumulati e una donna con un apparente disagio psichico.

La 71enne interrogata, avrebbe raccontato che quell’uomo sul balcone, in un angolo non visibile dalla strada, era il suo compagno di qualche anno più giovane di lei.

“Era morto e gli ho dato fuoco”, la spiegazione della donna.

Molto probabilmente non sopportava più l’odore del cadavere dentro casa, e per questo ha deciso di disfarsene dandogli fuoco.

Secondo il racconto della donna, il 59enne sarebbe morto per cause naturali.

È stata disposta l’autopsia per verificare le cause della morte.

Dalle prime informazioni emerse sul caso, sembra che il cadavere non avesse segni di violenza

Sgomento tra gli abitanti della zona.

“Ho sentito un odore acre, come di bruciato già un paio di giorni fa – ha raccontato un residente – ma non avrei mai immaginato una cosa del genere. E’ davvero terribile quello che è accaduto”. (fonte ANSA, ROMA TODAY)