Roma, cade acido dal soffitto della fermata Spagna: passeggero ustionato e poi… derubato

di Gianluca Pace
Pubblicato il 5 Luglio 2019 11:19 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2019 11:25
Roma, cade acido dal soffitto della fermata Spagna: passeggero ustionato e poi... derubato (foto Ansa)

Roma, cade acido dal soffitto della fermata Spagna: passeggero ustionato e poi… derubato (foto Ansa)

ROMA – Cade acido dal soffitto della metro (fermata Spagna, direzione Battistini) e resta ustionato. Prende la metro per cercare di arrivare a casa ma, stordito, durante il tragitto gli cade il portafoglio. Una ragazzina, probabilmente rom, si avvicina e lo aiuta. Ma dopo qualche minuto si accorge che dal portafoglio sono spariti circa 400 euro. 

Questa l’assurda storia, raccontata da Alessia Marani del Messaggero, di Cesare Fazioli, 62 anni, ex attore e ex ristoratore. Tutto è avvenuto ieri.

Dopo esser sceso dalla metro, e con un dolore fortissimo ai glutei, il 62enne ha avuto anche la forza di tornare alla stazione metro dove è stato colpito dall’acido, ne ha raccolto un campione e poi è andato all’ospedale: “Dopo un’ora e mezza c’era ancora del liquido, con attenzione l’ho pulito e ho prelevato un campione, quindi sono andato in ospedale e dai carabinieri per la denuncia”.

“Se a contatto con quell’acido ci fosse stato un bambino – hanno spiegato i medici – la sua pelle sottile sarebbe stata divorata fino all’osso”.

Quando l’acido gli è caduto addosso, racconta, “i glutei mi bruciavano in maniera fortissima, lancinante. Mi veniva da strapparmi di dosso i vestiti, sentivo la pelle che a contatto con i pantaloni del completo friggeva”.

Quando scende di nuovo dalla metro, poi, un’altra brutta sorpresa: “Mi cadono a terra carte di credito, documenti… Ero come stordito – racconta – ho visto una ragazzina dai tratti rom che si è chinata per aiutarmi, lì per lì l’ho pure ringraziata ma dopo mi sono accorto che mi erano spariti i contanti, circa 400 euro. Così più tardi ho pensato addirittura che quel liquido corrosivo, i pantaloni strappati, il portafoglio che casca, fosse il frutto di un pericolosissimo stratagemma escogitato per depredare turisti e pendolari sulla metro”.

Poi il ritorno alla stazione Spagna e il viaggio in direzione ospedale Santo Spirito.

Il referto parla di “ustione nella regione glutea dopo contatto con sostanza caustica non nota”. La prognosi è di 10 giorni.

“È assurdo – racconta la moglie – Mio marito ha rischiato di rovinarsi perché c’è gente folle e criminale che va a gettare acido in stazione. Nessuno si è accorto di nulla, nessuno è intervenuto”.

Come racconta Il Messaggero in serata i carabinieri “hanno effettivamente riscontrato uno scolo di una sostanza liquida non definita dall’alto. Questa mattina saranno ascoltati anche i tecnici dell’Atac.

Ma resta incredibile cosa può accadere nella metro di Roma nel 2019. Può anche accadere, quindi, che cada dell’acido dall’alto. Così, all’improvviso.

Fonte: Il Messaggero.