Roma, Casapound ospita il raduno di neofascisti pro-Assad

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2013 15:28 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2013 15:28
Roma, Casapound ospita il raduno di neofascisti pro-Assad

Roma, Casapound ospita il raduno di neofascisti pro-Assad (Foto Lapresse)

ROMA – Il raduno di neofascisti pro Assad, ovvero a favore del presidente siriano, si farà. L’appuntamento è confermato a Roma il 15 giugno, nello stesso giorno del Gay Prdie, ma non a Ponte Milvio visto che il Comune ha negato l’autorizzazione, bensì all’interno di Area 19, spazio gestito da Casapound. Spiega il Messaggero:

Il raduno di neofascisti pro-Assad non si terrà più in piazza, a Ponte Milvio. Dopo gli appelli – a cominciare da quello di Riccardo Pacifici, presidente della comunità ebraica – che si sono levati contro la presenza di vari gruppi estremisti in città, il Comune ha ritirato l’autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico. L’appuntamento rimane però confermato, per il pomeriggio del 15 giugno, nello stesso giorno del Gay Pride. I movimenti neofascisti di mezza Europa, dalla Francia alla Grecia, si riuniranno così in via Monti della Farnesina, all’interno di “Area 19”, lo spazio occupato gestito da CasaPound. Dietro all’organizzazione del raduno dell’orda nera, infatti, ci sono proprio i Fascisti del Terzo Millennio di Gianluca Iannone, anche se formalmente le fila dell’evento sono tenute dalla neonata sigla del Fronte Europeo di solidarietà per la Siria. Del gruppo fa parte anche l’associazione Zenit, organizzazione di estrema destra capitolina, che dichiara di avere «radici nel fascismo». «Il Fronte Europeo per la Siria comunica che, nonostante le pressioni subite da parte della Questura di Roma e del Comune che ha negato all’ultimo momento la disponibilità del suolo pubblico – hanno reso noto poco fa quelli del Fronte europeo per la Siria – ha comunque deciso di svolgere la manifestazione nello stesso giorno in via Monti della Farnesina, nei pressi di Ponte Milvio. Comunichiamo inoltre che la manifestazione si svolgerà secondo il programma e gli orari precedentemente stabiliti».