Roma, concordato sulle multe un flop. Su 252mila avvisi solo 11mila adesioni

Pubblicato il 26 Marzo 2010 11:55 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2010 11:55

«Hai vecchie multe da pagare? Puoi risparmiare se aderisci al concordato entro il 15 maggio 2010». È questo lo slogan dei primi manifesti e retrobus che si vedono a Roma. Parte infatti oggi la campagna di affissioni sulla definizione agevolata che consentirà ai cittadini interessati di chiudere le posizioni debitorie pregresse con uno sconto pari, in media, ai due terzi delle somme originariamente dovute.

Un’occasione importante quindi per decine di migliaia di romani che devono pagare vecchie multe. Il concordato, infatti, vale per le sanzioni elevate fino al 31 dicembre 2004. Diversi i servizi messi in campo dall’assessorato alle Politiche economiche del Campidoglio guidato da Maurizio Leo, e non solo per il concordato. Per quanto riguarda la possibilità di pagare senza more e interessi le multe elevate fino al 2004.

Sembra finora che i romani non abbiano accolto con entusiasmo la possibilità. Su 252mila avvisi inviati da Gerit, hanno aderito solo in undicimila. Anche se dal Comune si difendono: “Contiamo sull’accelerazione finale”.

Dal sito www.comune.roma.it è possibile sapere subito, semplicemente attraverso il proprio codice fiscale oppure il numero di partita Iva nel caso di società, se si riceverà da Equitalia Gerit una comunicazione di pagamento. Per utilizzare il servizio, basta entrare nell’home page, cliccare sulla destra «Concordato Multe» e, quindi, sul nuovo servizio «verifica se stai per ricevere la comunicazione del concordato».

Il termine per aderire al concordato scade il 15 maggio. La definizione agevolata delle vecchie multe consente di ridurre mediamente di due terzi l’importo dovuto per mettersi in regola. Si può aderire anche solo parzialmente alla definizione agevolata e, quindi, decidere di pagare solo una o più sanzioni amministrative, senza estinguere l’intero debito.

Il pagamento può essere eseguito presso una banca o un ufficio postale, con il bollettino Rav allegato alla comunicazione; presso gli sportelli dell’Agente della Riscossione territorialmente competente, anche mediante apparecchiature Pos. È possibile aderire anche solo parzialmente al concordato, pagando solo una o più delle sanzioni amministrative oggetto di agevolazione. In questo caso il pagamento non estingue l’intero debito e dovrà essere effettuato presso gli sportelli di Equitalia Gerit.