Roma, contingentamento e contapasseggeri sui mezzi pubblici. Le ipotesi per la Fase 2

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Aprile 2020 13:32 | Ultimo aggiornamento: 16 Aprile 2020 13:34
Roma, Ansa

Roma, contingentamento e contapasseggeri sui mezzi pubblici. Le ipotesi per la Fase 2 (foto Ansa)

ROMA – Contingentamento sui mezzi pubblici e nelle stazioni metro, contapasseggeri e segnaletica a terra su tutti bus e alle fermate per rispettare le distanze tra passeggeri. Inoltre percorsi fuori dalle stazioni più affollate e monitoraggio sui flussi di utenti sui mezzi e alle fermate attraverso le celle telefoniche.

Ecco come sarà la Fase 2. Ecco cosa si sta studiando al Comune di Roma per far ripartire la città.

Al trasporto pubblico, essenziale per una ripresa seppure parziale delle attività, vengono dedicate costantemente riunioni con tecnici Atac e dirigenti del Comune.

L’obiettivo naturalmente è quello di evitare contagi e mantenere il distanziamento tra le persone.

Per questo motivo oltre al contingentamento e a personale dedicato per contare materialmente i passeggeri sulle linee più frequentate si pensa anche a delimitare lo spazio per passeggero con una segnaletica ad hoc non solo sui bus ma anche alle stazioni.

Inoltre si pensa di delimitare percorsi per guidare i passeggeri, distanziandoli, fin fuori le stazioni. Inoltre, oltre alle sanificazioni straordinarie già messe in campo, si ragiona sulla pulizia di filtri di aerazione e climatizzazione di tutti i mezzi.

Nel piano che si sta redigendo si prevede anche di incentivare mezzi alternativi al bus come la realizzazione delle piste ciclabili previste nel Piano Urbano di Mobilità Sostenibile di Roma Capitale.

Altro elemento fondamentale sarà quello di velocizzare le corse di bus che, per necessità sanitarie, saranno a capienza ridotta: si avvierà infatti anche la realizzazione immediata di corsie preferenziali. (Fonte: Ansa).