Roma, Davide Marasco ucciso da un ubriaco che guidava contromano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 maggio 2019 10:26 | Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2019 10:26
roma davide marasco

Roma, Davide Marasco ucciso da un ubriaco che guidava contromano

ROMA – La vita di Davide Marasco è stata spezzata da un ubriaco alla guida, attorno alle quattro del mattino di lunedì 27 maggio 2019. L’incidente mortale è avvenuto sulla via Casilina nei pressi dello svincolo per il Grande Raccordo Anulare, a Roma.

Secondo una prima ricostruzione, l’auto che ha travolto lo scooter guidato dal giovane, guidata da un albanese di 49 anni, procedeva a velocità sostenuta contromano, in zona Torre Maura. A seguito del violento impatto Davide è stato sbalzato sull’asfalto. L’automobilista, invece di fermarsi a prestare soccorso, è fuggito. In quel momento, ad assistere alla tragedia, c’erano altre persone che hanno chiamato immediatamente i soccorsi. I sanitari, giunti sul posto in pochi minuti, non hanno potuto far altro che constatare il decesso di Davide. Gli agenti, scrive Il Messaggero, rintracciato il pirata in via di Giardinetti, sono stati aggrediti da quest’ultimo che si è anche rifiutato di sottoporsi ai test su alcol e droga. Alla fine è stato accompagnato al policlinico di Tor Vergata e dopo sei ore aveva ancora un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge. 

“È brutto dirlo, ma il Padreterno si porta via solo le persone perbene. Davide è stato ammazzato da uno straniero che guidava ubriaco. Si fa fatica a non essere razzisti”, le parole di un amico di Davide a Il Messaggero. Davide Marasco lascia una compagna ed un figlio piccolo.

5 x 1000