Roma, De Rossi “sfratta” il bar Settembrini in Prati: non pagava l’affitto da mesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2018 12:51 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2018 12:51
roma de rossi settembrini

Roma, De Rossi “sfratta” il bar Settembrini in Prati: non pagava l’affitto da mesi

ROMA – Chiude il “Settembrini“, il famoso bar a pochi passi da Piazza Mazzini, piena zona Prati a Roma. Le mura del locale romano, che è accusato di non aver pagato l’affitto da mesi, sono di proprietà di Daniele De Rossi, capitano della Roma. Resterà invece aperto il ristorante che da 15 anni è punto di riferimento del quartiere. 

Come riporta Alessandra Paolini su La Repubblica, il costo dell’affitto di Settembrini, secondo qualcuno, sarebbe “esorbitante”. Un problema di insolvenza che affligge molti esercizi della Capitale costretti a fare i conti con canoni spesso troppo alti, che lievitano a seconda delle zone e delle strade. Inoltre quaranta persone, tra assunti e collaboratori, potrebbero ritrovarsi in mezzo alla strada.

L’intenzione dei proprietari, scrive sempre il quotidiano romano, è quella di trovare un accordo. Anche se di compratori non mancherebbero.