Roma, diciassettenne investito e ucciso sulla Nomentana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2018 9:28 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2018 9:28
Roma, diciassettenne investito e ucciso sulla Nomentana

Roma, diciassettenne investito e ucciso sulla Nomentana

ROMA – Tommaso M., promessa del basket e studente al liceo Righi, è morto l’altro ieri sera al policlinico Umberto I, dopo essere stato investito mercoledì sulla Nomentan,a all’altezza di via Reggio Emilia, mentre attraversava sulle strisce pedonali. Tommaso avrebbe compiuto 18 anni il 20 ottobre.

“Non mi sono accorto di niente, quando l’ho visto era già tardi”, ha detto sotto choc ai vigili il conducente dell’Audi A3 che ha investito Tommaso.

Da gennaio a oggi, dice un rapporto della Polizia locale citato dal Messaggero, sulle strade di Roma sono avvenuti 22.685 incidenti, 2.520 ogni mese. I morti sono 107.

“Per chi perde un figlio, un genitore o un fratello, sono ferite che non si rimarginano mai”, racconta Patrizia Quaresima, segretaria dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della strada. Ha perso il figlio Andrea, 16 anni, nel 97, quando venne travolto sul suo scooter in viale Regina Margherita. “Lì ho sistemato una targa, per mettere la gente in allerta. Tanti ci buttano un occhio e tirano dritto, senza pensare. Ma siamo tutti esposti a questi pericoli. E per ridurli non servirebbe molto”.