Roma, diciottenne accoltella un coetaneo davanti a scuola

Pubblicato il 15 Dicembre 2011 14:38 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2011 14:39

ROMA – Ha accoltellato un ragazzo di 18 anni suo coetaneo all'uscita della scuola per vendicare il fratello minore che aveva fatto a pugni con la vittima pochi giorni prima. Il giovane e' stato arrestato ieri a Roma dai carabinieri poco dopo aver compiuto l'aggressione. E' accaduto tutto verso le ore 14, al termine delle lezioni, davanti a un istituto scolastico in zona Tuscolana.

Il diciottenne, studente dell'ultimo anno, ha sorpreso il coetaneo alle spalle e l'ha colpito al gluteo destro, provocandogli due ferite. I compagni della vittima hanno chiamato i carabinieri: i militari della stazione Roma Tuscolana e del Nucleo operativo di piazza Dante hanno sentito diversi testimoni e identificato l'accoltellatore.

Il giovane e' stato rintracciato in breve tempo in casa di un amico, dove si era rifugiato, ed e' stato arrestato. Recuperata pure l'arma, un coltello con una lama di 8 centimetri, che il 18enne aveva ancora nel proprio zaino assieme ai libri e ai quaderni.

Il ragazzo ha raccontato di aver aggredito il coetaneo per difendere suo fratello minore che, qualche giorno prima, aveva avuto una lite animata con l'altro studente. Solo al momento dell'arresto il diciottenne si e' reso conto della gravita' del gesto e delle sue conseguenze, secondo quanto riferito dai carabinieri.

Il giovane e' stato portato nel carcere di Regina Coeli in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto. La vittima e' stata medicata in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi.