Fiera di Roma, dopo 6 anni già sprofonda. Scontro sui costi di ristrutturazione

Pubblicato il 28 agosto 2012 13:01 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2012 13:03

Fiera di RomaROMA – La Fiera di Roma dopo sei anni appare già vecchia e fatiscente. Il pavimento della struttura sta letteralmente sprofondando: il fenomeno è detto subsidenza e consiste in un lento e progressivo abbassamento verticale del fondo. Il problema è visibile a occhio nudo: sulla  pista ciclabile che passa sotto una delle passerelle il terreno è sconnesso, le righe sono storte e i marciapiedi sono rotti. In tutti i padiglioni le crepe sui muri non si contano così come gli avvallamenti: per effetto del cedimento del suolo si stanno aprendo delle vere e proprie falle. A gennaio il bar del capannone 13 è stato chiuso per la “non complanarità dei pavimenti, deformazioni plastiche, lesioni agli elementi murari non portanti, disancoraggio parziale dei controsoffitti”. E chi più ne ha più ne metta…

I 14 padiglioni che compongono la struttura sono stati realizzati dal Gruppo Lamaro e costati complessivamente circa 300 milioni di euro. Apponendo la firma sull’ordinanza di chiusura provvisoria, l’ingegnere Arturo Messina, responsabile Sicurezza, ha ammesso che sarebbe “più dignitoso se la Fiera prendesse in mano la situazione invece della Asl o dei Vigili del Fuoco”. Per questo a febbraio Mauro Mannocchi ha scritto a Lorenzo Tagliavanti, alla guida della società proprietaria della struttura. “Il fenomeno della subsidenza ha raggiunto livelli di estrema gravità”. Ma Tagliavanti risponde che questi sono problemi “oggetto di specifico accordo con l’impresa costruttrice”. A giugno Mannocchi propone la citazione in giudizio di Progetto Fiera, srl del gruppo Lamaro che ha realizzato i padiglioni.

Ma ancora una volta Tagliavanti frena: “Chiunque può partecipare al tavolo, anche se è utile contenere i costi ed usare risorse interne. Per la citazione giudiziale, i nostri legali escludono che si esaminino le istanze legate allo svolgimento dell’esercizio del quartiere”.