Roma, focolaio a Monteverde dopo Italia-Belgio vista in un pub: già 91 positivi al Covid

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Luglio 2021 11:16 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2021 11:17
Roma, focolaio a Monteverde dopo Italia-Belgio vista in un pub: già 73 positivi al Covid

Roma, focolaio a Monteverde dopo Italia-Belgio vista in un pub: già 73 positivi al Covid (fot

Roma, focolaio a Monteverde dopo Italia-Belgio vista in un pub: già 91 positivi al Covid. I timori per i festeggiamenti dei tifosi italiani si stanno tramutando in realtà. Giorno dopo giorno, sta salendo il numero dei positivi al Covid. L’euforia per il trionfo azzurro ha fatto venire meno praticamente tutte le norme di sicurezza anti Covid. Persone ammassate all’aperto (o anche peggio nei pub e nei locali), senza alcuna prudenza o rispetto del distanziamento sociale e della corretta applicazione della mascherina protettiva. Con la variante Delta che si sta diffondendo rapidamente nel nostro Paese (ieri quasi l’80% dei positivi al Covid a Roma aveva contratto proprio questo tipo di variante).

Aggiornamento delle ore 15:49.

Roma focolaio a Monteverde tra i tifosi che hanno assistito in un pub al match Italia-Belgio

Sono 91, ad oggi, le persone risultate positive al Covid dopo avere assistito in un pub a Roma, nella zona di Monteverde, la partita dei campionati Europei di calcio tra Italia e Belgio. In due settimane il dato, in base a quanto rende noto l’Asl Roma 3, è passato da 16 contagiati agli oltre novanta di oggi di cui 13 secondari (in amici e familiari degli avventori o dipendenti).

Il range di età del cluster da coronavirus si attesta tra i 14 e i 60 anni. L’età media dei contagiati è di 21 anni. Dal monitoraggio effettuato sul territorio emergono 16 casi confermati per un cluster in un altro locale a Ostia. Tornando al pub di Monteverde, in un primo momento, solo 16 di questi tifosi erano risultati positivi al Covid.

Ma nel giro di sei giorni, il numero di positivi è salito addirittura a 91 ed è destinato a crescere ulteriormente. Si tratta di ragazzi soprattutto giovani, molti di loro senza vaccino, che lo scorso 2 luglio hanno seguito la partita degli azzurri in questo pub di  Monteverde nuovo, a Roma. 

Molti tifosi hanno festeggiato l’Italia  senza seguire le norme anti Covid, si temono altri focolai 

Evidentemente questi ragazzi non si sono attenuti alle norme sul distanziamento sociale ed il corretto utilizzo della mascherina. Altrimenti a quest’ora non avremmo un numero di contagi così preoccupante. E vi è il timore fondato che sia solamente l’inizio. Perché non vi è ancora completa contezza del numero totale dei contagiati, in ogni parte del nostro Paese, in seguito ai festeggiamenti sfrenati per il trionfo azzurro agli ultimi campionati europei di calcio.