Roma, frontale tra auto e scooter via dell’Acqua Vergine: due morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2019 8:04 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2019 8:04
Roma, frontale tra auto e scooter via dell'Acqua Vergine: due morti

Una ambulanza (foto ANSA)

ROMA – E’ di due morti il bilancio di un incidente avvenuto nel pomeriggio di ieri, domenica 13 ottobre, a Roma. Coinvolti un’auto e uno scooter che si sono scontrati in via dell’Acqua Vergine, in zona Collatina. Il conducente dello scooter, un uomo di 30 anni, è deceduto sul colpo mentre la passeggera, una 31enne, è morta in ospedale. L’automobilista è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti tossicologici di rito.

Sul posto intervenuti gli agenti della polizia locale Gruppo Torri che hanno proceduto ai rilievi. Dalle prime verifiche eseguite si tratterebbe di uno scontro frontale tra i due mezzi. 

Incidenti il sabato sera: 620 morti in 9 mesi, un terzo è under 30

Sono drammaticamente in aumento, nei primi nove mesi del 2019, le vittime del sabato sera che hanno perso la vita in incidenti stradali avvenuti nei tre giorni del week end, quelli che statisticamente registrano più decessi. In 566 incidenti mortali ci sono stati infatti 620 morti – contro i 588 che sono deceduti nello stesso periodo del 2018 – e fra loro 194 erano persone giovani, con meno di 30 anni. I dati sono stati raccolti dalla Polizia stradale e dall’Arma dei carabinieri.

In particolare, gli incidenti mortali con coinvolgimento di veicoli a due ruote, come le moto e gli scooter, sono stati 206, pari al 36,4% del totale. Inoltre, nel 35,5% degli incidenti con morti (pari a 201 casi), l’incidente è avvenuto per la perdita di controllo del veicolo da parte del conducente. Per quanto riguarda la fascia oraria, tra le dieci di sera e le sei del mattino sono avvenuti 175 incidenti mortali con 203 persone decedute.

Complessivamente la Polizia stradale e i carabinieri hanno impegnato sulle strade oltre un milione e 252mila pattuglie, che hanno elevato oltre 613mila contravvenzioni con più di 986mila punti decurtati. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati oltre 439mila.

Fonte: ANSA