Roma, furto a casa Bernacca: rubati i cimeli del primo colonnello meteorologo

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Aprile 2019 15:05 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2019 15:05
Roma, furto a casa Bernacca: rubati i cimeli del primo colonnello meteorologo

Roma, furto a casa Bernacca: rubati i cimeli del primo colonnello meteorologo (Foto Ansa)

ROMA – Furto a casa Bernacca: nella notte tra martedì 16 e mercoledì 17 aprile dei ladri si sono introdotti nella villa di Casal Palocco, periferia sud di Roma, del figlio del colonnello Edmondo Bernacca, colui che per primo fece entrare la meteorologia nelle case degli italiani con la tv, e hanno portato via diversi cimeli e targhe. Per fortuna, però, nessuno si è fatto male.

“Siamo un po’ più poveri di cose e ricordi ma stiamo bene, dormivamo e non abbiamo sentito nessun rumore, nulla”, ha spiegato Paolo Bernacca, figlio del colonnello, a La Stampa. 

Insieme alla moglie e al figlio stava dormendo in casa quando i ladri si sono introdotti, portando via molti ricordi. I Bernacca si sono accorti dell’accaduto solo la mattina dopo, e hanno subito denunciato il furto ai carabinieri. 

L’unico aspetto positivo è che gran parte dei cimeli del celebre colonnello degli anni Sessanta si trovano dallo scorso giugno a Fivizzano, in provincia di Massa Carrara, dove sono conservati nel MeteoMuseo Edmondo Bernacca inaugurato in un’ala della biblioteca civica. Qui sono adesso custodite carte meteo, premi, riviste, cimeli e appunti di lavoro del generale scomparso nel 1993.

Qui, a Fivizzana, del resto, Edmondo Bernacca si era sposato, qui trascorreva le vacanze e qui si era ritirato negli ultimi anni. E qui si potranno ancora visionari ricordi del primo celebre meteorologo moderno. (Fonte. La Stampa)