Roma, girava in centro nonostante fosse stato espulso dall’Italia: rumeno arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 12:36 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 12:36
Roma, girava in centro nonostante fosse stato espulso dall'Italia: rumeno arrestato

Roma, girava in centro nonostante fosse stato espulso dall’Italia: rumeno arrestato (foto ANSA)

ROMA – Un rumeno di 40 anni, R.C.D., è stato arrestato ieri mattina, 29 aprile, dalla Polizia in via di Porta Angelica, a ridosso della Città del Vaticano.

L’uomo era stato fermato per un controllo e, sprovvisto di documenti, è risultato inottemperante al provvedimento di allontanamento dallo Stato disposto dall’autorità giudiziaria con divieto di ingresso fino al 15 gennaio, scaturito a seguito di condanna a 6 anni e 7 mesi di reclusione. 

Da Trieste a Foiano della Chiana, ma era stato espulso dall’Italia

A fine marzo fa i carabinieri della Stazione di Foiano della Chiana, in uno dei controlli giornalieri, avevano notato due albanesi in un supermercato che, alla loro vista, mostravano segni di insofferenza.

Così, scriveva GoNews, alla richiesta di esibire i documenti e le autocertificazioni inerenti gli spostamenti necessarie a causa delle misure di contenimento in atto per l’emergenza, avevano constatato che uno di essi proveniva da Trieste.

Dai controlli più approfonditi i militari hanno accertato che l’uomo, un 32enne, era gravato da un decreto di espulsione emesso dalla Prefettura di Chieti a seguito del quale era stato allontanato dal territorio nazionale nel novembre 2018.

Risultando pertanto irregolare ed avendo fatto rientro nel territorio nazionale dopo esserne stato già espulso, per il giovane con alle spalle diversi precedenti di polizia è scattato l’immediato arresto. (fonti AGI, GO NEWS)