Roma, incendio hotel Excelsior: gravi danni a divani e cuscini, pareti annerite

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2015 3:17 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2015 3:17
Roma, incendio hotel Excelsior: gravi danni a divani e cuscini, pareti annerite

Roma, incendio hotel Excelsior: gravi danni a divani e cuscini, pareti annerite

ROMA – Un incendio è divampato nella notte tra 14 e 15 gennaio nell’hotel Excelsior di via Veneto a Roma, proprio vicino all’ambasciata degli Stati Uniti nella Capitale. Gravi danni sono stati registrati ai divani e ai cuscini, mentre alcune pareti sono rimaste annerite dal fumo. L‘incendio, secondo una prima ricostruzione, è stato appiccato in cucina e i vigili del fuoco hanno stabilito che si è trattato di un rogo doloso.

Marco De Risi sul Messaggero scrive:

“Erano quasi le 2.30, quando dal piano terra è iniziato ad uscire il fumo accompagnato dalle fiamme. Sono scattati i dispositivi di sicurezza e nel giro di pochi minuti sul posto sono accorsi equipaggi dei pompieri e della polizia. I soccorritori sono entrati da via Sicilia al civico 15 dove si trova una delle entrate secondarie dell’albergo.

L’incendio, hanno appurato i pompieri, proveniva dai locali della cucina. Non si è trattato di un grande rogo e per fortuna, proprio il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, è servito a spegnere le fiamme nel giro di una mezz’ora, il tempo di rimettere in sicurezza i locali. Alla fine sono rimasti danneggiati divani, dei cuscini e si sono annerite alcune pareti. Ma gli investigatori della polizia si sono allarmati una volta ricevuto il responso da parte dei tecnici dei pompieri circa le cause. Non ci sono dubbi che si sia trattato di un rogo doloso”.

I vigili del fuoco hanno trovato alcuni cartoni bruciati e spiegato:

“«Non c’è dubbio che sono stati usati per fare da miccia», questo il parere di chi ha fatto il sopralluogo. Ed ecco, quindi, che l’incendio doloso all’“Excelsior” è finito nel mirino non solo del commissariato di zona ma, per conoscenza, anche degli esperti dell’Antiterrorismo”.

L’Excelsior non è certo un albergo qualsiasi e durante il clima di tensione dopo la strage nella redazione di Charlie Hebdo a Parigi resta un luogo ricco di storia e a rischio:

“Negli anni le esclusive suite dell’hotel – famoso per aver fatto da sfondo alla “Dolce Vita” di Federico Fellini e dove nacquero i grandi amori tra Ingrid Bergman e Roberto Rossellini, tra lo Scià di Persia e Soraya – hanno ospitato Capi di Stato e personaggi politici illustri. E’ comprensibile che la Questura voglia accertare chi può aver avuto interesse a causare il rogo”.