Roma: incidente via Ostiense, moto travolta da auto. Conducente era drogato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 febbraio 2014 10:29 | Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2014 10:30

Roma: incidente via Ostiense, moto travolta da auto. Conducente era drogatoROMA – Era sotto l’effetto della cocaina il giovane che venerdì sera a Roma, sulla via Ostiense all’altezza di Ostia, ha tagliato la strada a una moto con a bordo due studenti di medicina. Lui, un ventottenne di Fiumicino, è ferito ma se la caverà. Mentre i due ragazzi che erano sulla Yamaha, universitari residenti sul litorale romano, sono uno in prognosi riservata e l’altro in gravi condizioni.

Mara Azzarelli sul Messaggero ricostruisce la dinamica dell’incidente:

Da quello che risulta da una prima ricostruzione la Daewoo Matiz che arrivava dal cavalcavia Attico Tabacchi, sfruttando un piccola immissione che consente solo di andare dritti, avrebbe invece fatto inversione tornando verso Ostia. Di fatto avrebbe così tagliando la strada ai due motociclisti. Sull’asfalto i segni di frenata erano evidenti diversi metri prima dell’intersezione. Non è escluso dunque che l’automobilista abbia anche impiegato del tempo a svoltare. La strada è fra le altre cose piuttosto stretta. Svoltare a U in quel punto è una follia. Eppure l’altra sera è successo. Lo ha fatto quel giovane di Fiumicino, figlio di una famiglia di pescatori, risultato poi positivo al test della droga.

I due motociclisti non sono riusciti ad evitare l’impatto, che è stato fortissimo. Sono stati balzati uno oltre la macchina e l’altro nella corsia opposta. L’impatto ha fatto ribaltare anche la Matiz che si è capovolta provocando il ferimento anche del conducente. Gli agenti della polizia locale di Roma Capitale della caserma di via Capo delle Armi hanno lavorato a lungo. Sul posto sono dovuti intervenire anche i pompieri per estrarre l’autista dalle lamiere. I vigili ieri hanno fatto una nuova perquisizione sui mezzi, prima del sequestro, e verificato che nella vettura comunque non era presente altra sostanza stupefacente. Preoccupano invece molto le condizioni del conducente della moto. Era entrato al San Camillo in codice rosso, ieri i medici hanno dichiarato la prognosi riservata.