Roma, la droga nei microfoni del karaoke: arrestata filippina di 37 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Novembre 2014 12:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2014 12:56
Roma, la droga nei microfoni del karaoke: arrestata filippina di 37 anni

Roma, la droga nei microfoni del karaoke: arrestata filippina di 37 anni

ROMA – La droga nascosta nei microfoni del karaoke. Per questo Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato una donna filippina, di 37 anni, con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

L’indagine ha avuto inizio a maggio in seguito dell’individuazione di un plico postale spedito dalle Filippine mediante aereo e diretto ad un destinatario italiano residente a Roma. Il pacco conteneva dei microfoni per karaoke al cui interno erano stati occultati circa 500 grammi di cristalli di metanfetamina, conosciuta anche con il nome di “Ice” o “Shaboo“, una droga molto in voga tra i filippini e per questo definita “etnica”.

Lo Shaboo che si presenta in cristalli simili al sale grosso e viene normalmente inalato, provoca un forte stato di euforia, spesso gravi allucinazioni e occorrono poche dosi per diventarne dipendenti. Individuato il plico con la droga, i carabinieri di via in Selci hanno svolto indagini e appostamenti che hanno consentito di identificare i destinatari. A maggio sono scattate le manette per due uomini filippini, di 45 e 42 anni, residenti a Roma, accusati dell’illecita detenzione del narcotico.

Ulteriori indagini hanno infine consentito di appurare che l’organizzatrice del traffico di stupefacenti era una donna, anche lei filippina, oggi arrestata. Dalla vendita al dettaglio della droga si sarebbero potuti ricavare oltre centomila euro per 4000 dosi.