Roma: ladro inseguito dalla polizia cade, sbatte la testa e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2019 10:24 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2019 12:41
Roma: ladro inseguito dalla polizia cade, sbatte la testa e muore

Roma: ladro inseguito dalla polizia cade, sbatte la testa e muore

ROMA – Un romeno di 33 anni è morto durante un inseguimento della polizia nella notte tra lunedì e martedì a Roma. Tutto è nato quando una società di vigilanza ha segnalato il furto di un’auto con il satellitare. La macchina è stata intercettata ed è scattato l’inseguimento.

All’altezza di via Salvatore Rebecchini, in zona Magliana, il conducente ha perso il controllo della macchina finendo contro il marciapiede. Sceso, ha iniziato a scappare a piedi in un terreno di campagna, ma è caduto ed è finito in un dislivello sbattendo la testa.

Sarebbe caduto in un canale di scolo dall’altezza di circa 4 metri. Inutili i soccorsi. L’uomo avrebbe sbattuto la testa contro un cordolo di cemento ed è deceduto poco dopo. Tutto è nato intorno alle 2 di notte quando il suv rubato è stato segnalato dalla società di vigilanza su via Vigna Girelli. Quando la polizia l’ha raggiunto è nato un inseguimento. Su via Rebecchini il 33enne ha perso il controllo in curva andando a sbattere contro il marciapiede. Poi è sceso dall’abitacolo e ha iniziato a scappare a piedi in un’area di campagna, cadendo poco dopo. Luomo non aveva precedenti.