Roma. Cade da Ponte Garibaldi e muore, lui si lancia il giorno dopo: è grave

Pubblicato il 24 agosto 2012 14:07 | Ultimo aggiornamento: 24 agosto 2012 14:18
Roma, Ponte Garibaldi

Roma, Ponte Garibaldi (Foto Ansa)

ROMA – Lei era morta la sera del 22 agosto, cadendo dal Ponte Garibaldi, a Roma. Lui, forse disperato per la morte della compagna, si è lanciato la sera del 23 agosto, dallo stesso ponte e alla stessa ora. Un volo di 12 metri nel vuoto per entrambi. Ma lui è sopravvissuto ed ha riportato un trauma cranico e numerose fratture. Ora è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale San Camillo.

I due erano a roma da qualche giorno e avevano montato le loro tende lungo le sponde del fiume Tevere, sotto il Ponte Garibaldi dal lato di via Arenula, nella zona dei “punkabbestia”. La ragazza, una tedesca di 26 anni, secondo alcuni testimoni sarebbe caduta durante un violento litigio con il suo compagno, 24enne della Repubblica Ceca. Un’altra ricostruzione parla invece di una caduta dopo un brusco risveglio della giovane, che si era addormentata sul parapetto del ponte. Non sarebbe comunque escluso che la ragazza, al momento della caduta, potesse essere sotto l’effetto di alcol o droghe.