Afa e calca insopportabili: il Roma-Lido diventa “la feccia del male”

Pubblicato il 3 Luglio 2012 14:59 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2012 14:59
class action roma lido

Il volantino della class action contro Atac sulla Roma-Lido

ROMA – Caldo asfissiante, passeggeri stretti come sardine, aria condizionata inesistente: il treno Roma-Lido, quello che porta dal litorale ostiense un sacco di pendolari verso la capitale, è stato ribattezzato “lafecciadelmale” dai suoi passeggeri. Si tratta di una parodia del soprannome originale, che è “la freccia del mare”.

Adesso i pendolari hanno promosso una class action contro Atac, che gestisce la tratta. Il Comitato Acilia Centro-Sud ha già cominciato a raccogliere adesioni. Ad organizzare il tutto è stato il presidente del comitato di quartiere, Enzo Pietrosanti: “Una prima risposta ai devastanti e perduranti disservizi che i cittadini subiscono da anni. Saranno sufficienti cinquanta firme per far partire la causa”.

Ma dal vivo, è anche sul web, la furia dei pendolari è rabbiosa. Su diversi vagoni del treno la “r” di “freccia” è stata staccata, cosicché si legga “feccia”.

Sui social network impazzano sfottò e l’amara ironia di chi quotidianamente subisce i disservizi. Valeria Costantini sul Corriere della Sera ha elencato alcuni post apparsi su Twitter: è l’utente Gandalf il grigio che su twitter avverte: «#nasciagura, #strastrastracarica, bollente con sauna, a#vitina ragazza si sente male e scende assistita da #gentedeltreno».