Trenino Roma-Lido, ragazzo trans aggredito minaccia suicidio e tira il freno d’emergenza

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2020 10:32 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2020 11:19
Trenino Roma-Lido

Roma-Lido, ragazzo trans aggredito minaccia suicidio e tira il freno d’emergenza (foto Ansa d’archivio)

Un trans colombiano ha raccontato di essere stato aggredito sul trenino della Roma-Lido. E’ accaduto verso le 20,20 di ieri, mercoledì 1 luglio.

Panico alle 20.20 di ieri sera sul trenino che va da Ostia a Roma: un 43enne colombiano, in evidente stato di agitazione, all’altezza della fermata Eur Magliana ha tirato il freno di emergenza del treno.

Poi ha minacciato di gettarsi sui binari.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile che lo hanno bloccato e denunciato per interruzione di pubblico servizio.

I Carabinieri hanno scoperto che l’uomo era già sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Il 43enne, secondo quanto si apprende, ha spiegato ai militari di aver reagito così come risposta ad una aggressione subita da un gruppo di persone. L’ipotesi è al vaglio. Indagini in corso.

Aggressione Roma-Lido, il racconto sulla pagina Fb TrasportiAmo

L’episodio raccontato anche sulla pagina Facebook di TrasportiAmo: “Una maxi rissa è scoppiata, intorno alle 19.40, su di un treno della romalido diretto a Porta San Paolo”.

“Da quanto segnalatoci, un gruppo di ragazzi, provenienti dalle spiagge, hanno picchiato, per ragioni ancora da accertare, un ragazzo transessuale, per poi darsi alla fuga”.

“Alla stazione Magliana la vittima avrebbe dato in escandescenza al punto tale da costringere l’intervento di 10 pattuglie della polizia”. 

Questo ultimo particolare è stato però negato dalla Questura che, interpellata in merito, ha detto di non avere effettuato interventi in zona nella serata di ieri (fonte: Agi, FanPage).