Roma, matrimoni civili al Colosseo e in spiaggia?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Ottobre 2015 9:31 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2015 9:32
Roma, matrimoni civili al Colosseo e in spiaggia?

(Foto d’archivio)

ROMA – Volete sposarvi in spiaggia? Presto a Roma sarà possibile. Un regolamento approvato mercoledì 14 ottobre dalla giunta del Campidoglio (uno degli ultimi atti dell’amministrazione a guida Ignazio Marinoprevede che chi vuole partecipi ad un bando per accreditare una chiesa sconsacrata, una dimora storica, uno stabilimento di Ostia o persino il Colosseo, se il ministero dei Beni culturali lo volesse candidare, per farlo diventare un luogo per celebrare i matrimoni.

Attualmente le nozze civili possono essere celebrate in quattro location della capitale: la Sala Rossa in Campidoglio, il Complesso Vignola Mattei in Via Valle delle Camene, vicino alle Terme di Caracalla, Villa Lais in Piazza Cagliero 20, la  Sala Azzurra in Piazza Regina Pacis 8.

I REQUISITI – Secondo il nuovo regolamento perché il luogo prescelto possa essere utilizzato per celebrare i matrimoni secondo il rito civile è necessario che il luogo in questione possieda una rilevanza storica, culturale, ambientale o turistica, sia aperto al pubblico e disponga da subito di ogni caratteristica per ospitare le celebrazioni. “Al momento abbiamo fissato il tetto massimo di 20 luoghi – ha spiegato l’assessore capitolino alla Roma produttiva Marta Leonori – per una convenzione che durerà un anno”.

Il soggetto che propone il luogo dovrà corrispondere al Comune un canone composto da una quota fissa e una variabile legata alla rilevanza dell’edificio. Sarà una commissione tecnica a giudicare le proposte pervenute una volta pubblicato il bando. “Credo che questa possibilità di sposarsi in un posto bellissimo di Roma vada estesa anche alle unioni civili”, ha spiegato il capogruppo Pd in Campidoglio Fabrizio Panecaldo.