Roma, metro C. Trovati i soldi per arrivare a piazza Venezia: le talpe non verranno interrate

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 22 Novembre 2019 16:53 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2019 17:20
Linea C lavori ansa

Gli scavi per la metro linea C nei pressi del Colosseo a Roma (Ansa)

ROMA – I lavori di scavo dell’agonizzante metro C di Roma proseguiranno. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha trovato in extremis 10 milioni di euro che serviranno per il prolungamento della terza linea di metropolitana della capitale che, almeno per il momento, arriverà fino a piazza Venezia.

E’ una vera e propria boccata d’ossigeno per la metro C. La talpa meccanica non verrà più interrata nei pressi del campidoglio: se fosse rimasta ferma per mesi, se non anni, nella galleria scavata all’altezza dei Fori Imperiali, avrebbe potuto creare seri problemi strutturali al terreno. Per questa ragione, a causa della mancanza del via libera finale al progetto da parte di Roma Metropolitane, oltre che una parte di fondi che doveva stanziare il Governo centrale, si era deciso di interrarla. 

Nel momento in cui si sarebbero poi ripresi i lavori, ci sarebbe stato un aggravio di circa 60 milioni di euro perchè ci sarebbe stato bisogno di ricorrere a una modalità di scavo più complesso e costoso.

Per celebrare l’addio a Filippa, così era stata ribattezzata la talpa meccanica incaricata di scavare il primo dei tunnel che dalla stazione Colosseo arriva a piazza Venezia, si erano mobilitati in tanti: il Pd, l’associazione “Bye Bye Raggi”, i cittadini di “Salviamo la metro C” e il blogger Mercurio Viaggiatore: insieme avevano organizzato un flash mob-funerale in piazza. “Il buco più grande l’hai scavato nei nostri cuori” avevano detto ironicamente i manifestanti muniti di necrologi e striscioni in mano.

A formalizzare lo sblocco dei fondi è stata la ministra Paola De Micheli. Il prolungamento delle gallerie arriverà fino a piazza Venezia come progettato da un preliminare presentato a luglio da Roma Capitale. La disponibilità è stata formalizzata in un’informativa presentata dalla stessa responsabile del dicastero al Cipe, il comitato interministeriale programmazione economica, nella giornata di ieri, giovedì 21 novembre. Ora il Cipe, nella successiva riunione di dicembre, dovrà deliberare definitivamente lo stanziamento necessario.

La sindaca Raggi, non curante delle critiche ricevute nei giorni scorsi, si è detta soddisfatta di quanto deciso. Ora sogna in grande, ossia che la metro possa superare piazza Venezia arrivando fino a Saxa Rubra: “Le talpe non si fermeranno ai Fori imperiali, ma arriveranno fino a Piazza Venezia.  Si tratta di una vittoria per tutti i cittadini, resa possibile grazie alla collaborazione avviata con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La metro C è un’opera fondamentale nella strategia complessiva che mira a rendere sempre più efficiente e sostenibile il trasporto pubblico nella Capitale d’Italia”.

Fonte: Corriere della Sera, Ansa, Today, Repubblica