Roma, movimenti lotta per la casa in piazza contro gli arresti: 2 feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Febbraio 2014 10:38 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2014 11:48
Roma, movimenti lotta per la casa in piazza contro gli arresti

(LaPresse)

ROMA – I Movimenti di lotta per la casa, giovedì 13 febbraio sono scesi in piazza a Roma per manifestare contro l’arresto di militanti, fermati perché ritenuti responsabili degli scontri avvenuti in via del Tritone il 31 ottobre 2013 scorso con le forze dell’ordine.

In totale sono 17 le persone raggiunte da ordinanza di custodia cautelare: dieci hanno l’obbligo di firma e 17 sono ai domiciliari. Tra loro anche i due leader dei Movimenti, Paolo Di Vetta e Luca Fagiano. Nel tardo pomeriggio gli esponenti dei Movimenti per la casa sono tornati in piazza per chiedere la liberazione dei loro compagni.

“Vogliono provare a fermare i Movimenti per il diritto all’abitare con la repressione – hanno spiegato – ma noi non ci spaventiamo. Noi non ci fermeremo, siamo qui per dire che la lotta non si arresta”. Due persone, tra cui un passante, sono rimaste leggermente ferite dallo scoppio di una bomba carta durante il corteo.