Roma, neonata morsa dal cane dei genitori. L’esperto: “Non la conosceva”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 settembre 2013 13:24 | Ultimo aggiornamento: 15 settembre 2013 13:24

ambulanzaROMA – L’ha morsa e sbatacchiata per terra come un pupazzo di pezza. Invece era la figlia dei suoi padroni nata da appena 10 giorni, la bambina che un cane razza Dachsbracke ha aggredito nella culla e ferito al volto nella stanza dove dormivano assieme. E’ successo a Roma: la piccola, che presentava una ferita lacerocontusa sulla parte destra del viso, dopo le prime cure all’ospedale San Pietro è stata sottoposta al Bambino Gesù a un complesso intervento di microchirurgia ricostruttiva, durato 4 ore.

La prognosi é riservata, la bimba é in terapia intensiva, si legge nel bollettino medico. I genitori hanno raccontato alla polizia di essere stati svegliati dal rumore e di aver trovato la figlia neonata in terra con una ferita al volto, attribuendola a una caduta. L’hanno portata in ospedale, dove i medici del pronto soccorso hanno chiamato gli agenti, giudicando le ferite della neonata non compatibili con una caduta, ma piuttosto con il morso di un cane. La coppia ha confermato che in casa c’era un Dachsbracke di 8 anni, un esemplare da caccia di taglia piccola ma forte, di proprietà della madre della donna e in custodia in questi giorni ai genitori della bambina. Secondo un esperto cinofilo, Salvatore Montemurro, in assenza del padrone il cane va tenuto lontano da un neonato, che per l’animale è uno sconosciuto. Per fare amicizia hanno bisogno di alcuni mesi. E l’ospedale Bambino Gesù fa sapere che aumentano le persone che si rivolgono al pronto soccorso per morsi di animale, la maggior parte perché assaliti da cani: 28 casi su 33 totali dall’inizio del 2013.