Roma/ Night club a luci rosse di Via Veneto chiuso per la seconda volta: all’interno del locale prestazioni sessuali a pagamento

Pubblicato il 20 agosto 2009 13:27 | Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2009 13:27

romaI carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno apposto nuovamente i sigilli ad un night club nei pressi di via Veneto denunciando il titolare e il cassiere e arrestando un cliente perché non rispettava il decreto di espulsione.

Lo scorso 22 febbraio gli stessi carabinieri avevano già sequestrato il locale, arrestando uno dei titolari dopo aver accertato che all’interno si consumavano prestazioni sessuali a pagamento.

Nell’ambito della stessa indagine, a distanza di qualche mese dal dissequestro, i militari hanno effettuato un nuovo blitz nel locale notturno accertando che l’attività illegale proseguiva.

Due cittadini albanesi, infatti, sono stati sorpresi mentre si intrattenevano con due ragazze dietro pagamento di denaro. A quel punto sono scattate le denunce per i due gestori del locale per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e l’arresto di uno dei due albanesi per non avere ottemperato al decreto d’espulsione.