Roma: omicidio Giancarlo Nocchia. Caccia a killer con la parrucca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 luglio 2015 11:10 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2015 11:10
(foto Ansa)

(foto Ansa)

ROMA – Aveva una parrucca nera il rapinatore che mercoledì pomeriggio ha ucciso a Roma, nel quartiere Prati, un gioielliere di 70 anni, Giancarlo Nocchia, nel suo negozio in via dei Gracchi. Il rapinatore è ancora in fuga. In queste ore al vaglio degli investigatori ci sono le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza presenti in zona, comprese quelle del negozio di Nocchia.

La dinamica della rapina. Sono le 15.30 quando Giancarlo Nocchia, come sempre, torna in negozio dopo la pausa pranzo. Ma il gioielliere, mentre chiude la porta, viene trascinato all’interno del negozio da una persona con una parrucca nera. Entrato nella gioielleria, il rapinatore chiude con la chiave l’uscio a vetri e minaccia il gioielliere di consegnargli tutto. Il settantenne prova a reagire. Ma il  rapinatore lo spinge dietro al balcone e lo picchia. Giancarlo Nocchia prova a rialzarsi ma, a quel punto il rapinatore afferra un oggetto  –   una statuetta in argento  –  e lo colpisce più volte alla testa uccidendolo. Il bandito prende un sacco, svuota gli scaffali, le vetrine e poi si allontana a piedi. Dopo due ore, alle 17.30, il corpo del gioielliere viene trovato da un suo amico, il titolare di un bar vicino alla gioielleria.