Roma: Flavio Simmi ucciso per strada. L’ombra della Banda della Magliana

Pubblicato il 5 Luglio 2011 11:58 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2011 14:18

ROMA – Omicidio in strada nel quartiere Prati a Roma. Un romano di 33 anni e’ stato ucciso in strada dopo essere stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco, in via Grazioli Lante. La vittima aveva alcuni precedenti per lesioni. L’uomo si trovava in auto fermo a un semaforo, quando gli hanno sparato da un motorino.

La vittima si chiamava Flavio Simmi e alcuni mesi fa era gia’ stato vittima di un agguato in stile malavitoso in piazza del Monte di Pieta’, vicino Campo De’ Fiori.

Lo scorso 7 febbraio la vittima era stata ferita alle gambe a colpi di pistola da due uomini che erano poi fuggiti in sella a una moto, davanti all’oreficeria, di cui il padre della vittima e’ titolare. Simmi era stato raggiunto da due degli otto proiettili calibro 22 che allora erano stati esplosi.

Secondo quanto scrive Repubblica, il padre di Simmi fu sospettato di appartenere al nucleo storico della Banda della Magliana (fu arrestato come riciclatore e poi scagionato). Oggi gestisce un ristorante a due passi dal ministero di Giustizia e un negozio di oreficeria. In quest’ultimo divideva la gestione con il figlio ucciso.