Roma, a 10 anni chiama la polizia: “Mamma non respira più”. Morta per overdose

Pubblicato il 6 Luglio 2012 17:33 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2012 20:17

ROMA – Al centralino della Polizia, una voce appena adolescente: “Mamma non respira più. Correte!”. La volante accorre sul posto ma per quella donna non c’è più nulla da fare: a 33 anni è morta per overdose nella sua abitazione e ad avvisare la polizia è stata sua figlia, una bambina di appena 10 anni. L’episodio è accaduto intorno alle 16 di venerdì in via Calpurnio Fiamma, in zona Don Bosco a Roma.

In casa, secondo quanto riferito dall’Ansa, era presente un’amica della donna morta ma non il compagno. Si sta ora tentando di rintracciare lo spacciatore che ha venduto la droga alla donna.

La vittima si stava drogando nel suo appartamento con un’amica, una giovane marocchina di circa 30 anni che, quando si è accorta della sua morte, è fuggita dall’abitazione in preda al panico. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato la bimba di 10 anni, il fratellino di 8, e il corpo della donna in terra. Poi sono arrivati sul posto l’amica e un altro conoscente con l’intento, avrebbero riferito, di soccorrere la donna.

Alcuni vicini hanno detto di aver sentito delle urla provenire dall’appartamento. I dettagli della vicenda sono comunque ancora da chiarire e gli agenti, che stanno supportando i due bimbi con l’aiuto di psicologi, in queste ore indagano per ricostruire con esattezza l’episodio. La trentatreenne avrebbe sniffato un mix di cocaina e altre sostanze. La bimba di 10 anni, figlia di un pregiudicato, potrebbe essere affidata ai nonni o ad altri parenti. Sulla vicenda indagano gli agenti della Squadra Mobile del commissariato Tuscolano, che stanno anche cercando di rintracciare lo spacciatore che ha venduto la droga alla donna.