Roma, paura sul treno: due nomadi salgono con pistole e…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2015 17:25 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2015 17:25
La stazione Termini (foto Ansa)

La stazione Termini (foto Ansa)

ROMA – Mentre saliva a bordo del treno a Termini ha visto due persone, due ragazze nomadi di origini slave, nascondere delle pistole in una borsa, spaventata, ha subito chiamato la polizia. La storia è raccontata da Alessandro Tittozzi del Messaggero.

E’ successo ieri pomeriggio, martedì 22 settembre, alle 15 a Labico, in provincia di Roma, quando una viaggiatrice dopo aver visto un uomo e una donna nascondere delle pistole in una tracolla, per poi salire a bordo del treno regionale 21910 proveniente da Frosinone, ha subito allertato le forze dell’ordine.

Immediatamente la sala operativa della polizia Ferroviaria ha attivato le pattuglie del posto Polfer di Ciampino e di Termini.
Gli agenti in uniforme e in borghese sono saliti sul convoglio ed in pochi minuti hanno individuato i due sospettati, un uomo ed una donna, che sono stati subito bloccati e disarmati. Da successivi riscontri le due pistole, tenute nella borsa della giovane, sono risultate delle riproduzioni a salve con tanto di tappo rosso e canna occlusa.

I due, una ragazza maggiorenne ed un minorenne, entrambi nomadi di origini slave, sono stati così accompagnati in ufficio e denunciati per ricettazione. Il minore affidato ad un centro di prima accoglienza. Sono in corso accertamenti per risalire al proprietario delle due pistole a salve.