Cronaca Italia

Roma. Prende a bastonate il padre, non voleva dargli i soldi per le sigarette

Ha massacrato l’anziano padre perché gli ha negato i soldi per le sigarette poi se n’è andato ma l’uomo, prima di perdere conoscenza, è riuscito a denunciarlo. E’ successo nel popolare quartiere del Casilino a Roma, la notte scorsa. La polizia era stata avvertita di un’aggressione ai danni di un anziano.

Quando sono arrivati, gli agenti hanno bloccato un uomo, completamente ubriaco, che si aggirava vicino all’abitazione segnalata per l’intervento. Alle domande della polizia, l’uomo ha risposto di aver assistito a una discussione tra i suoi genitori e di essersene andato. Gli agenti si sono recati nell’appartamento e hanno trovato a terra il padre dell’uomo con una profonda ferita alla testa: l’anziano,  76 anni, è riuscito a dire di esser stato picchiato dal figlio con un bastone prima di perdere i sensi.

Per le ferite riportate (gravi lesioni alla testa e la frattura di alcune costole) è stato ricoverato in prognosi riservata al policlinico Casilino. Durante la perquisizione dell’appartamento la polizia ha trovato, nel portaombrelli, un bastone spezzato e sporco di sangue. Hanno subito rintracciato il figlio, che ha numerosi precedenti penali, e l’hanno arrestato per tentato omicidio.

To Top