Roma, prof barricati in liceo Morgagni per evitare occupazione

Pubblicato il 18 Novembre 2009 16:03 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2009 16:03
morgagni

Il liceo scientifico Morgagni di Roma

Come si può fermare l’occupazione di una scuola? Semplice, con una contro-occupazione: i professori del liceo scientifico “Morgagni” di Roma si sono barricati all’interno dell’edificio scolastico per evitare che gli studenti ne prendessero possesso.

I docenti e la preside erano entrati nell’istituto il 16 novembre sbarrando le entrate, dopo aver appreso l’imminente occupazione che gli studenti avevano annunciato su Facebook: da tre giorni così i docenti del liceo romano si sono chiusi dentro.

Agli studenti, rimasti fuori, non è rimasto che urlare: «Fateci entrare». A riferire la situazione paradossale sono stati gli studenti stessi, che per ora sono in assemblea nel cortile.

Il 17 novembre i liceali del Morgagni, scuola che divenne celebre per essere stata il set della serie tv “I ragazzi della terza C”, hanno aderito al corteo organizzato nella capitale.

L’ingresso nella scuola è comunque vietato solo agli studenti, mentre i genitori entrano ed escono dal liceo per mediare tra prof e ragazzi o per riportare i figli a casa.

Ma c’è anche chi protesta contro «la strategia adottata dalla preside»: «Questa è privazione del diritto allo studio», ha detto un genitore. «Valuteremo le proposte che ci faranno i ragazzi, ma siamo contrari all’occupazione. Vogliamo salvaguardare la scuola», ha risposto dall’interno una professoressa.