Roma: scoperta casa di prostituzione “Made in China”

Pubblicato il 21 Maggio 2011 17:30 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2011 17:30

ROMA – Una casa di prostituzione “Made in China” è stata scoperta dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Roma Casilina in via Festo Porzio, al Quadraro. I militari, dopo una lunga serie di servizi di osservazione scattati a seguito della segnalazione di alcuni residenti di uno strano via vai di persone dal condominio, la scorsa notte hanno deciso di far scattare un blitz.

Nell’appartamento è stata sorpresa la tenutaria, una donna cinese di 30 anni, incensurata, che stava ancora contando i soldi della giornata di lavoro della sua “dipendente”, una connazionale di 46 anni. I carabinieri hanno sequestrato oltre 800 euro in contanti ed altro materiale pertinente all’attività della lucciola cinese.

La 30enne, arrestata con l’accusa di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, è stata condotta alla sezione femminile del carcere di Rebibbia.