Cronaca Italia

Roma, ragazzo di 15 anni prende a calci e pugni la fidanzatina a Villa Borghese

Roma, ragazzo di 15 anni prende a calci e pugni la fidanzatina a Villa Borghese

Villa Borghese

ROMA – Una ragazzina di 14 anni presa a pugni e calci dal “fidanzatino” di 15 perché non gli ha raccolto la palla uscita dal campo di calcetto. E’ successo nella centralissima Villa Borghese, parco della Roma “bene”, tra due giovani di due famiglie “bene”, come ci informa Andrea Ossino sul Messaggero. 

Venerdì 7 febbraio il ragazzo stava giocando a calcio con alcuni amici, mentre le rispettive ragazze li guardavano a bordo campo. Ad un certo punto il pallone è finito fuori e la ragazzina non l’ha restituito al quindicenne, che le si è avvicinato e l’ha presa a calci e pugni, facendola finire in ospedale.

I genitori della ragazzina hanno denunciato il giovane, figlio di un noto commercialista dei Parioli, che aveva già avuto una reazione simile, ci informa il Messaggero. Era il 2011. Il ragazzino, che allora aveva 12 anni, era in vacanza a Sabaudia, dove aveva conosciuto una ragazzina di 11 anni, residente a Viterbo, e se ne era innamorato.

Dopo un po’ di tempo la ragazzino lo aveva lasciato, e lui, dopo un litigio, aveva preso un pezzo di vetro da terra e l’aveva sfregiata sul viso.

La ragazzina era stata portata al pronto soccorso dai genitori ed era stata medicata con diversi punti di sutura. Il fidanzatino non aveva avuto conseguenze, era troppo giovane. Aveva iniziato un percorso terapeutico, che aveva messo a tacere la sua aggressività. Fino a venerdì.

 

To Top