Roma, rapina al Pigneto: morsi e pugni per portargli via il telefono

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2019 10:01 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2019 10:03
Roma, rapinato al Pigneto con morsi e pugni per il telefonino

Roma, rapina al Pigneto: morsi e pugni per portargli via il telefono

ROMA – Un ragazzo è stato preso a morsi e pugni da tre uomini che lo hanno rapinato. La vittima, un romano di 23 anni, ha provato a inseguirli per le strade del quartiere Pigneto, a Roma, e ha incrociato una pattuglia dei carabinieri che è riuscita ad arrestare due dei tre rapinatori.

Secondo la ricostruzione fornita dal giovane, stava percorrendo via L’Aquila la sera di domenica 5 maggio quando è stato accerchiato da tre uomini che gli hanno dato un pugno e chiesto di consegnare il telefono. Il giovane ha posto resistenza e così uno dei tre rapinatori gli ha morso la mano per farsi dare il cellulare. Gli aggressori sono fuggiti, ma il ragazzo li ha inseguiti e ha dato la loro descrizione a una pattuglia dei carabinieri incrociata sul via del Pigneto.

I militari hanno iniziato a cercare i tre sospettati e hanno trovato subito il primo, non lontano, che è stato fermato dopo un breve tentativo di fuga. Si tratta di un cittadino del Gambia di 28 anni, senza fissa dimora a Roma. Uno dei complici è stato rintracciato poco dopo in via Casilina, anche lui del Gambia, 23 anni e senza fissa dimora. Il terso sospettato si è dileguato, ma nelle tasche di uno dei due arrestati i carabinieri hanno trovato il telefono della vittima e glielo hanno riconsegnato.