Roma, rissa all’Eur: giovani si fronteggiano a colpi di bottiglie. 5 arresti, 6 feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 luglio 2015 11:00 | Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2015 11:01
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

ROMA – Nella notte tra domenica e lunedì 6 luglio, fuori due discoteche di via dell’Oceano Atlantico, all’Eur, de gruppi di giovani si sono affrontati e picchiati violentemente, ferendosi a colpi di bottiglie. Risultato: cinque arresti e sei feriti (tra cui uno dei poliziotti intervenuti). La rissa sarebbe scoppiata per futili motivi, come racconta Elena Panarella del Messaggero.

Erano da poco passate le 4 quando in pochi minuti sono arrivate decine chiamate al 113 con la segnalazione di due gruppi di giovani, i quali, appena usciti dai locali notturni avevano iniziato a rincorrersi, picchiandosi e lanciandosi bottiglie di vetro, nonostante la presenza di molte altre persone. Alla base della violenza probabili futili motivi, ancora in fase di accertamento, che ha portato all’arresto di quattro romani e un tedesco tra i 22 e 35 anni. Sul posto sono accorse due pattuglie del reparto volanti, oltre alle autoradio dei commissariati Tor Carbone e Monteverde.

Gli agenti, con non poca difficoltà, sono riusciti ad arginare i contendenti, che cercavano di scagliarsi gli uni contro gli altri nonostante alcuni di loro fossero già feriti. Al termine alcuni di loro si sono allontanati, mentre 5 sono stati bloccati. I fermati – tutti feriti – sono stati accompagnati in ospedale per le cure del caso: due traumi cranici, due nasi rotti e una ferita lacero contusa; questi gli esiti dei referti medici. L’agente ferito – del commissariato Tor Carbone – è stato refertato con 5 giorni di prognosi.