Roma, rissa e coltellate alla stazione Termini. Lite tra stranieri finisce nel sangue

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Ottobre 2020 11:40 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2020 11:40
termini rissa roma stranieri

Roma, rissa e coltellate alla stazione Termini. Lite tra stranieri finisce nel sangue (foto ANSA)

Coltellate alla stazione Termini a Roma. Una lite tra stranieri è finita nel sangue. Un marocchino ha riportato diverse ferite ma non è in pericolo di vita.

E’ finita nel sangue una rissa in strada nei pressi della stazione Termini a Roma.

Un cittadino marocchino di 36 anni è stato più volte accoltellato da un algerino di 50 anni, a pochi passi dalla stazione ferroviaria.

E’ accaduto nella serata di ieri, domenica 11 ottobre, in via Giolitti.

Intorno alle 21 una pattuglia in transito dei carabinieri del Nucleo Scalo Termini ha notato due uomini che si rincorrevano e ne hanno bloccato uno.

Si tratta di un marocchino, con precedenti, che aveva una copiosa perdita di sangue alla testa.

Così, una volta ristabilita la calma con l’ausilio di tre pattuglie della compagnia Centro, hanno ricostruito che i due avevano iniziato a litigare e l’algerino ha accoltellato al costato e alla testa l’altro, che ha anche picchiato a mani nude.

Marocchino ferito nella rissa a Termini non in pericolo di vita

Il ferito, portato in ospedale in codice rosso, se la caverà con 20 giorni di prognosi. Ritrovato e sequestrato il coltello a terra.

L’uomo, arrestato per lesioni gravi, è stato trovato in possesso anche di un altro coltello.

L’algerino arrestato, che aveva precedenti, era attualmente sottoposto a obbligo obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria. (fonte ANSA)