Roma, i genitori “lottano” con gli studenti: occupato l’istituto Piaget

Pubblicato il 10 Dicembre 2010 20:12 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2010 20:22

Gli insegnanti precari e non e i genitori dell’istituto professionale J. Piaget, in via Marco Fulvio Nobiliore, in zona Tuscolana, a Roma, hanno deciso di occupare l’istituto per esprimere ”il pieno sostegno alla lotta degli studenti contro provvedimenti che tagliano la speranza nel futuro” e ”per chiedere il ritiro dei tagli e una nuova politica di investimenti nella Scuola e nell’Università”.

Il Coordinamento studenti-genitori-insegnanti dell’istituto ”ha deciso di occupare una scuola del territorio e di liberarla ai cittadini, ai lavoratori della scuola e agli studenti per svolgere – spiegano in una nota – un’azione di informazione e discussione sui danni che i tagli stanno procurando e per costruire insieme nuovi momenti di mobilitazione. La novità di questa occupazione – aggiungono – è che finalmente le lotte degli studenti, dei genitori e degli insegnanti si sono unificate verso un unico obiettivo condiviso: difendere e valorizzare la scuola pubblica”.

”In questi anni – proseguono – abbiamo avuto soltanto tagli di classi, di personale e di risorse; cancellazione dell’obbligo scolastico; riduzione del tempo scuola per tutti e cancellazione del tempo pieno e prolungato; gerarchizzazione del lavoro docente; marginalizzazione degli istituti tecnici e professionali; equiparazione tra apprendistato e formazione scolastica; precarizzazione del lavoro nella scuola e nell’università”.