Roma. Sequestrati 800 kg di botti pronti per il mercato illegale di capodanno

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 8:56 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2010 9:18

Circa 800 kg di fuochi pirotecnici pronti per essere immessi sul mercato illegale a ridosso dei festeggiamenti di capodanno sono stati sequestrati dai finanzieri del I Gruppo Roma. I fuochi illegali erano stati nascosti da un italiano di 47 anni in un box che si trova nei seminterrati di una palazzina a Tor Bella Monaca, quartiere alla periferia della Capitale. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà.

Tra i fuochi d’artificio sequestrati ”la Finanziaria”, ordigno di 15 kg e dal costo che si aggira dai 150 ai 200 euro, la ”bomba di Bin Laden”, ”a cap’ e Lavezzi” e i fuochi d’artificio dedicati a Papa ”Ratzinger”. A portare i finanzieri sulle tracce del magazzino illegale sono stati i continui movimenti, effettuati principalmente nelle ore notturne, dal 47enne trovato in possesso di un vero e proprio arsenale. Il garage, privo di ogni autorizzazione e posto sotto un’abitazione privata, arrecava grave pericolo per la pubblica incolumità, vista anche l’assenza di un qualsiasi sistema antincendio.

Nel corso della perquisizione i finanzieri hanno immediatamente provveduto a mettere in sicurezza i prodotti pirici evitando cosi’ che il magazzino continuasse a rappresentare una minaccia per gli ignari residenti della zona. La pericolosità dei prodotti sottoposti a sequestro è, tra l’altro, rappresentata dalla natura dei prodotti stessi, in gran parte ”manufatti pirici” realizzati in forma artigianale e quindi privi di qualsiasi garanzia di sicurezza.

[gmap]