Roma, spara a un buttafuori, ma l’arma si inceppa: arrestato un ventisettenne

Pubblicato il 1 Novembre 2010 16:06 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2010 16:26

Prima ha partecipato ad una rissa, fuori da una discoteca di Roma, poi ha avuto un diverbio con un buttafuori che ha minacciato di morte e quindi se ne è andato.

Ma dopo poco è tornato con in pugno una pistola calibro 9, si è avvicinato al buttafuori e gli ha puntato l’arma sul cuore ed ha sparato, ma la pistola non ha funzionato. A quel punto il buttafuori lo ha riempito di calci, pugni, ed insieme ad altre persone gli ha fatto sbattere la testa sul marciapiedi.

Il giovane armato, di 27 anni, è stato arrestato dai carabinieri ed è ora ricoverato al San Camillo in gravi condizioni, ma non corre pericolo di vita. I militari hanno sequestrato la pistola che aveva tre proiettili all’interno e risulta non denunciata.

Il tutto è accaduto all’alba, verso le 6, all’esterno della discoteca ”Solone delle Tre Fontane”, in via Ciro Il Grande, nel quartiere Eur. A quanto si  appreso dai carabinieri tra un gruppo di ragazzi era esplosa una lite e gli addetti alla sicurezza hanno cercato di dividerli. A quel punto è nato il diverbio tra il giovane ed uno dei buttafuori, scambio molto acceso con insulti e minacce di morte da parte del ragazzo all’addetto alla sicurezza.

Poi, davanti a molti testimoni, il giovane è tornato con l’obiettivo di uccidere il buttafuori che scampato il pericolo e preso dalla paura e dalla rabbia si è avventato come una furia contro il ventisettenne.

[gmap]